RIEDUCAZIONE POSTURALE MEZIERES Terapie Riabilitative

RIEDUCAZIONE POSTURALE MEZIERES

La rieducazione posturale Mezieres ha come scopo quello di allentare le tensioni muscolari e ridare la lunghezza originale ai muscoli accorciati mettendo il paziente in posizioni facilitanti l’allungamento delle catene, impedendo compensi. Queste posizioni vengono mantenute con grande rigore e per un tempo abbastanza lungo e associate ad un lavoro respiratorio. L’allungamento prolungato della muscolatura interessata, in un tempo sufficiente per tutta la durata della seduta porterà ad un allungamento che non ritorna nella posizione iniziale. Può essere utile nel trattamento della scoliosi, lombalgie, cervicalgie, dolori ai piedi ,dorsalgie, sciatica, nel trattamento post chirurgico di spalla e anca ed altre patologie.

TECNICA MC-KENZIE Terapie Riabilitative

TECNICA MC-KENZIE

I principi di trattamento e le filosofie della Tecnica Mc-Kenzie  sono conosciuti in tutto il mondo come “Diagnosi e Terapia Meccanica Mc Kenzie”, dal nome del suo fondatore, Robin Mc Kenzie, un fisioterapista che vive e lavora tuttora in Nuova Zelanda.

Il suo scopo è quello di:
– Educare i clinici ai principi e all’applicazione pratica della diagnosi e terapia meccanica, per mezzo della ricerca e dello studio dei disturbi della colonna e del trattamento vertebrale in generale, specificatamente in relazione al “Metodo Mc Kenzie”
–  Promuovere e supportare la ricerca che porti un miglioramento della conoscenza, delle capacità e del trattamento dei disturbi vertebrali di origine meccanica.
– Diffondere nella comunità medica la conoscenza dei principi e dei benefici del Metodo Mc Kenzie di Diagnosi e di terapia Meccanica.

Terapie Riabilitative

RIEDUCAZIONE POSTURALE PER SCOLIOSI NEI BAMBINI

La rieducazione postulare per scoliosi nei bambini è un insieme di esercizi e tecniche rivolte alla presa di coscienza delle differenti aree corporee, con conseguente rimodellamento dello schema corporeo e motorio, al fine di correggere gli atteggiamenti posturali viziati degli arti e della colonna (appoggio plantare, assetto delle ginocchia, alterazioni delle curve del rachide).

Questi verranno integrati con esercizi presi dalla Riabilitazione Posturale Globale.
Sulla base di una valutazione preliminare clinica e strumentale (pedana baropodometrica) e della fascia di età del bambino saranno selezionati gli esercizi più idonei.

rieducazione motoria individuale ortopedica Terapie Riabilitative

RIEDUCAZIONE MOTORIA INDIVIDUALE ORTOPEDICA

La rieducazione motoria individuale ortopedica è una fisioterapia individuale che si occupa prevalentemente di riabilitare la funzionalità del sistema muscolo scheletrico in seguito a lesioni causate da infortuni, prima e dopo un intervento chirurgico oppure a seguito di patologie o disfunzioni (congenite o acquisite) degenerative o croniche (artrosi, lombalgia, cervicalgia e altre tipologia di dolori articolari).

RIEDUCAZIONE MOTORIA DI GRUPPO CORRETTIVA Terapie Riabilitative

RIEDUCAZIONE MOTORIA DI GRUPPO CORRETTIVA

La rieducazione motoria di gruppo correttiva è un tipo di ginnastica dolce finalizzata a riequilibrare le funzioni muscolari ed articolari alterate e a sviluppare i meccanismi protettivi dello scheletro (posture e movimenti ergonomici, potenziamento delle strutture muscolari e neuro-motorie di difesa, capacità di rilassamento). Il soggetto impara a sentire e a comandare i propri segmenti corporei con l’obbiettivo di partecipare attivamente alle sue correzioni e integrarle nella vita quotidiana grazie al graduale processo di riorganizzazione.

RIEDUCAZIONE POSTURALE GLOBALE (RPG) Terapie Riabilitative

RIEDUCAZIONE POSTURALE GLOBALE (RPG)

La Rieducazione Posturale Globale (RPG) è una tecnica di riequilibrio globale della postura, che consiste nella messa in tensione attiva delle catene muscolari retratte, responsabili di squilibri posturali con conseguente sintomatologia dolorosa e dismorfismi.

Attraverso la tensione globale si ricerca la sede dello squilibrio primario e dei segmenti che partecipano a tale squilibrio con compensi e contratture antalgiche.Il mantenimento di specifiche posture utilizzate in questa tecnica determina un allungamento delle catene muscolari retratte, ricreando l’armonia e l’omeostasi muscolo-scheletrica.

Viene applicata a patologie del rachide e degli arti, quali, cervicalgie, cervico-brachialgie, dorsalgie, lombo-sciatalgie, problematiche funzionali di spalla, gomito, anca, scoliosi, dismorfismi delle ginocchia e dei piedi.

A scopi fisioterapici è applicata a:
– anomalie strutturali, quali scoliosi, iperlordosi, ipercifosi, valgismo o varismo delle ginocchia, piattismo o cavismo plantare;
– anomalie articolari del rachide cervicale, dorsale, lombo-sacrale;
– anomalie respiratorie che riguardino l’escursione toracica, diaframmatica, la frequenza ed il ritmo del respiro;
– limitazioni funzionali post-traumatiche e post-chirurgiche;
– patologie dello sport;
– patologie neurologiche.

PANCAFIT Terapie Riabilitative

PANCAFIT

Pancafit® è l’unico attrezzo, al servizio del Metodo Raggi® (brevettato in tutto il mondo), capace di riequilibrare la postura con semplicità ed in tempi brevissimi, agendo sulla globalità  delle catene. E’ in grado di ridare libertà e benessere a tutto il corpo attraverso l’allungamento muscolare globale decompensato. L’utilizzo di questo attrezzo è permessa ai professionisti, solo dopo aver partecipato a dei corsi di formazione presso la sede di Posturalmed, segno di una perfetta volontà dell’azienda di mantenere un’elevata qualità di utilizzo di questo valido strumento.
Non si tratta di un semplice stretching analitico o classico. A differenza dello stretching tradizionale, che produce un allungamento della muscolatura a livello locale o settoriale, pancafit riequilibra le tensioni agendo sulle catene muscolari, fasciali e connettivali in modo globale e simmetrico, evitando di mettere in atto tutti quei compensi, che il corpo escogita per sfuggire alle eccessive tensioni e conseguente dolore. In pratica, quando facciamo stretching ci allunghiamo da una parte, accorciandoci contemporaneamente dall’altra, non consentendoci, quindi, di assumere la postura più corretta, ovvero, quella posizione che rende l’allungamento reale ed efficace. Infatti, quando, si cerca di recuperare la lunghezza di un muscolo attraverso un allungamento muscolare inadeguato, il sistema innesca automaticamente un meccanismo di compenso antalgico, accorciandosi in altre parti della catena. Nell’allungamento muscolare globale decompensato la messa in tensione delle catene muscolari è molto graduale e progressiva. Non si tratta di una trazione, ma di una tensione fisiologica di tutta la catena muscolare-fasciale-connettivale posteriore (e di conseguenza anche anteriore e trasversa), che cerca di raggiungere il limite dell’elasticità  del tessuto muscolare senza però superarlo.

Pancafit si dimostra particolarmente efficace nei soggetti afflitti da dolori alla schiena, alle articolazioni, in chi soffre di pubalgia; lombalgia; tendiniti; rigidità  alle anche; artrosi; nella riabilitazione dopo un trauma; in persone che hanno la necessità  di rilassarsi e scaricare lo stress; negli atleti per migliorare le loro performances; per migliorare la postura; in chi ha l’esigenza di allungare una muscolatura troppo rigida e tonica; per stimolare la circolazione venosa e linfatica; per mantenere o recuperare la mobilità  articolare.